IL DONO DEI GENITORI DEL PICCOLO MARCO

18/07/2016 Non ce l'ha fatta il bambino di 6 anni rimasto gravemente ferito domenica scorsa dopo essere caduto in minimoto. I genitori hanno deciso di donare gli organi. Cinque bambini vivranno grazie a questo gesto.

 

Di Orsola Vetri

Il piccolo Marco Scaravelli non ce l’ha fatta. Si è spento sabato all’ospedale di Bergamo dove era ricoverata dopo l’assurdo incidente con la sua minimoto. Aveva sei anni sognava di diventare un campione come Valentino Rossi. O forse lo sognava per lui il padre Cristian che lo portava ad allenarsi al Racing Park, la pista di moto gestita insieme a Ivan Goi, pilota di Superbike, a Viadana, nel Mantovano.

Trasportato in elicottero all’ospedale di Bergamo subito dopo l’incidente, causato da una manovra sbagliata del padre, Marco è arrivato in gravi condizioni poiché lo schianto è stato davvero improvviso e violento. La vicenda ha generato numerose le polemiche rispetto alla scelta dei genitori di permettere a un bambino di soli sei anni la pratica di uno sport così pericoloso. Ma ora non è più il momento per le polemiche. E' il momento per piangere.

Marco ha lottato per 6 giorni. Operato per il gravissimo trauma cranico, dopo un iniziale miglioramento, le sue condizioni sono via via peggiorate con danni cerebrali irreversibili. Quando il suo cuore, domenica scorsa, ha smesso di battere solo un gesto ha potuto dare un senso a questa tragedia. Un gesto così raccontato dal padre sul suo profilo Facebook :.

«Marco ha lottato con tutte le sue forze in questi sette giorni.
I medici hanno fatto qualunque cosa per salvarlo, gli sono state somministrate dosi altissime di
farmaci, le cure si sono succedute senza tregua, con il massimo impegno dal primo all’ultimo minuto.
Il suo fisico le ha sopportate tutte, era forte come un toro, in piena salute.
Il trauma cranico subito in quel maledetto incidente ha causato però danni gravissimi al suo cervello
che qualche ora fa ha smesso di avere attività, il piccolo marco ha dovuto cedere ad una cosa troppo
grande.
Marco è sempre stato un bimbo felice, allegro, e molto generoso, disposto a condividere un pezzetto
di cioccolato con mamma e papà, un gioco con un amico.
Oggi però si è superato!
Oggi marco ha deciso di donare i suoi 2 reni, il fegato, i polmoni e il cuore.
Oggi grazie a marco 5 famiglie avranno la possibilità di sperare. in Moldavia.
Oggi grazie a marco per 5 bambini potrà iniziare una nuova vita».

(fonte: www.famigliacristiana.it

 

Condividi su Facebook