TRAPIANTO DI NERVI: SPERANZE E SUCCESSI

 

«Il trapianto di nervi da donatore costituisce la più recente innovazione della chirurgia dei nervi periferici». Lo afferma Giorgio Stevanato, responsabile delle Patologie del sistema nervoso periferico presso la Neurochirurgia dell'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Infatti il reparto di Neurochirurgia di Mestre, grazie al contributo della Banca dei Tessuti di Treviso, ha raggiunto ottimi risultati con il trapianto di nervi da donatore. I successi di questa metodica hanno permesso, mediante l'utilizzo della microchirurgia ricostruttiva, di risolvere problemi a pazienti con nervi danneggiati in gravi traumi.
Stevanato segnala un altro settore inerente la neurochirurgia del sistema nervoso periferico che negli ultimi anni ha presentato un notevole sviluppo: la neuromodulazione periferica. «Nella neuromodulazione periferica - spiega il neurochirurgo di Mestre - si utilizzano dei minuscoli elettrodi, collegati a un generatore d'impulsi, che vengono applicati sulla porzione sensitiva dei nervi periferici. Con questa tecnica si risolvono i dolori neuropatici post traumatici, refrattari a tutte le cure mediche e chirurgiche tradizionali. La neuromodulazione periferica inoltre può essere applicata anche sul nervo vago per la cura dell'epilessia».

 

(fonte: ufficio stampa SINch - Sofia Guidetti)

 

 

 

Condividi su Facebook