L'ITALIA FIRMA LA CONVENZIONE CONTRO IL TRAFFICO DI ORGANI UMANI

 

L'Italia ha firmato in data odierna la Convenzione contro il traffico di organi umani del Consiglio d'Europa impegnandosi a mettere in atto, attraverso leggi e misure appropriate, tutte le disposizioni contenute in questo testo. La Convenzione è il primo e solo trattato legalmente vincolante al mondo a definire i reati perseguibili come traffico di organi e a stabilire come gli Stati devono sanzionarli.

La Convenzione è stata firmata a Santiago di Compostela all'apertura di una conferenza internazionale organizzata dal Consiglio d'Europa e dal governo spagnolo che per due giorni raccoglierà nel capoluogo della Galizia oltre 200 politici, rappresentanti di governo, esperti, giudici, agenti delle forze dell' ordine e medici di tutto il mondo che analizzeranno il fenomeno del traffico di organi da diversi punti di vista.

A presiedere due delle sessioni della conferenza, quella dedicata agli aspetti giuridici e quella sugli aspetti medici, saranno due italiani, il vice procuratore generale di Napoli, Lorenzo Salazar, e il direttore generale del Centro Nazionale Trapianti, nonché presidente del comitato europeo per i trapianti del Consiglio d'Europa, Alessandro Nanni Costa.

 

(fonte: Ansa)

 

Condividi su Facebook