CODICE DEONTOLOGICO E DONAZIONE ORGANI E TESSUTI.

 

 

Il nuovo codice deontologico dei medici è giunto al traguardo finale. Il 28 maggio scorso a Torino la maggior parte degli Ordini aveva dato il via libera al testo e il 13 giugno a Bari, durante il Consiglio nazionale FNOMCeO, sono stati approvati a larga maggioranza i quattro allegati che mancavano al testo.
Il titolo V del testo si riferisce ai trapianti di organi tessuti e cellule.
Di seguito riportiamo i due articoli:

Art. 40 - Donazione di organi, tessuti e cellule
Il medico promuove la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule, collaborando all'informazione dei cittadini e sostenendo donatori e riceventi.

Art. 41 - Prelievo di organi, tessuti e cellule a scopo di trapianto
Il prelievo da cadavere di organi, tessuti e cellule a scopo di trapianto terapeutico è praticato nel rispetto dell'ordinamento garantendo la corretta informazione dei familiari.
Il prelievo da vivente è aggiuntivo e non sostitutivo del prelievo da cadavere e il medico, nell'acquisizione del consenso informato scritto, si adopera per la piena comprensione dei rischi da parte del donatore e del ricevente. Il medico non partecipa ad attività di trapianto nelle quali la disponibilità di organi, tessuti e cellule abbia finalità di lucro.

 

(fonte: www.aido.it)

 

giuramento di Ippocrate