DONARE GLI ORGANI? "UNA SCELTA IN COMUNE", PROGETTO SPERIMENTALE CHE CONSENTE DI DEPOSITARE LE PROPRIE VOLONTÀ AL MOMENTO DEL RILASCIO O RINNOVO DELLA CARTA D'IDENTITÀ.

 

 

ROMA - Prende il via nel municipio I il progetto "Una scelta in Comune", che dal prossimo autunno sarà esteso a tutti i municipi. Concretamente, a partire dal 20 giugno, è possibile per gli abitanti del centro storico depositare le proprie dichiarazioni di volontà in materia di donazione degli organi e dei tessuti presso gli uffici anagrafici al momento del rilascio o rinnovo della carta d'identità, firmando un semplice modulo.

A inaugurare il servizio, il sindaco Ignazio Marino, che si è recato, con gli altri cittadini, agli uffici di via Petroselli per il rilascio della sua carta di identità e per depositare la propria volontà di donare, accompagnato dal mini sindaco di Roma 1 Sabrina Alfonsi. «Roma - ha commentato - è la prima città metropolitana italiana che adotta la legge che ho fortemente voluto quando ero senatore della Repubblica, nel 2010, e che permette di scrivere sulla carta d'identità se uno è favorevole o contrario alla donazione degli organi. I nostri organi chiusi nel cimitero non servono a nulla - ha continuato il sindaco -. Nel momento in cui scompariamo, invece, abbiamo la possibilità di donarli a qualcuno che così può tornare a vivere, e a vivere bene».

Con il progetto "Una scelta in Comune" dunque gli uffici anagrafe di Roma Capitale si aggiungono agli altri punti di raccolta e registrazione della manifestazione di volontà, insieme alle Asl e ai Centri regionale per i trapianti. Un'opportunità, dichiarano dal Campidoglio, per «raggiungere in modo graduale e continuativo tutti i cittadini maggiorenni che ritirano o rinnovano il proprio documento d'identità».

 

(fonte: www.Romasette.it)