UN SENZATETTO POLACCO MUORE PER UN'AGGRESSIONE. LA FAMIGLIA HA AUTORIZZATO L'ESPIANTO DEGLI ORGANI, SALVANDO QUATTRO PERSONE.

 

 

28 gennaio 2014 - Dopo una lunga degenza all'ospedale Agostino Gemelli di Roma, è morto Michal, il senzatetto 31enne polacco, vittima di una violenta aggressione nei giorni scorsi. Questa mattina i funerali presso la Chiesa di San Stanislao dei polacchi, presieduti da mons. Konrad Krajewski, Elemosiniere di Sua Santità. Al rito esequiale ha preso parte un nutrito numero di senzatetto, amici di Michal.

La famiglia del senzatetto ha autorizzato l'espianto degli organi. Come reso noto da un rappresentante della Comunità di Sant'Egidio, grazie a questo gesto è stato possibile salvare quattro vite umane.

 

(fonte: Zenit.org)