LA TECNOLOGIA 3D IN AIUTO AI PAZIENTI IN ATTESA DI TRAPIANTO.

 

 

Una speranza per chi soffre di insufficienza cardiaca grave ed è in attesa di un trapianto arriva dalla tecnica della stampa in 3D. Un team di ricercatori della Nottingham Trent University ha infatti messo a punto, o meglio stampato, con l'innovativa tecnologia 3D, un pompa aortica "ponte", dotata di batteria e in grado di mantenere un costante e sufficiente flusso di sangue al cuore danneggiato dalla patologia. Un aiuto per i pazienti in lista d'attesa per un trapianto.
La tecnologia di stampa in 3D permette di creare una struttura ad hoc per le esigenze del paziente, grazie alla possibilità di prendere le 'misure' del cuore del soggetto con la risonanza magnetica. Una guida molto precisa per dare vita al modello su cui verrà creato l'impianto. Il lavoro è stato pubblicato su il New Scientist.

Ogni anno in Europa sono circa 160 mila le persone in attesa di un nuovo cuore. Secondo Breedon, coautore dello studio, "questo tipo d'impianto elimina la necessità di collegare i dispositivi di assistenza cardiaca ad una fonte di alimentazione esterna, spiega, inoltre la pompa in 3D viene innestata in una sezione rimossa dell'aorta così da migliorare l'efficienza cardiaca".

L'innovativo impianto è rivestito con un materiale estensibile ed è in grado di "battere" leggermente fuori sincrono rispetto al cuore così da aiutarlo a pompare il sangue. C'è però uno svantaggio: le batterie devono essere sostituite periodicamente e questo richiede un'altra operazione. Ma il team di Breedon sta lavorando per cercare una soluzione in grado di aggirare il problema. «Il dispositivo è in fase di perfezionamento per ridurre al minimo il consumo di energia«, sottolinea il ricercatore.

 

(fonte: Adnkronos Salute)